I cookies servono a migliorare e ottimizzare l'esperienza offerta all'utente mentre visita questo sito. Proseguendo la navigazione senza modificare le impostazioni del browser, accetti di ricevere tutti i cookies di questo sito.
Come usiamo i cookies?
Centro Olistico Alta Pusteria

Inquinamento atmosferico e le api

Dott. Roberto Slaviero

Albert Einstein diceva “se le api scompariranno,all’ uomo resteranno solo quattro anni di vita“. Negli ultimi anni in America del nord ed in Europa si assiste ad una sempre maggiore moria di api ed al fenomeno chiamato Sindrome dello spopolamento degli alveari ( SSA o CCD in inglese),nel quale colonie di api muoiono improvvisamente. Vi sono molte diatribe sulla causa di tale moria e vengono accusate soprattutto aziende chimiche produttrici di sostanze pesticidi ed altri inquinanti ambientali. Ma io vorrei parlare di qualcosa d’ altro!

Analizziamo brevemente i tre tipi di api presenti nell’ alveare

- La regina
- L’ ape operaia
- Il fuco ( maschio )

Per la loro completa maturita’ abbisognano di tempi diversi e questo e’ molto interessante per le forze che agiscono nel loro sviluppo da larva ad insetto. La regina e’ quella che resta piu’ larva e impiega 16 giorni per lo sviluppo totale,l’ operaia 21 giorni e il fuco dai 24 ai 25 giorni. La regina e’ quella piu’ “solare” e perche’?

La nostra cara e amata stella,il Sole,possiede una rotazione su se stessa che,calcolata all’ equatore,e’ di 25,38 giorni; infatti essendo costituita da plasma,ovvero un gas altamente ionizzato, non ha una velocita’ di rotazione fissa. Quindi la regina si sviluppa sempre sotto le forze solari,l’ operaia sfrutta quasi tutto il ciclo della forza solare, mentre il fuco risente di piu’ di forze terrestri ,terminando il suo completo sviluppo con il termine del ciclo solare.

Bene,allora la regina viene fecondata dai fuchi ,ma dove?

Non esiste per loro il talamo nuziale, ma esiste il volo nuziale,ossia la regina vola in alto il piu’ possibile verso il sole ed il fuco che piu’ riesce a sfuggire alle forze di attrazione terrestre, la feconda! Si sa che senza il bel tempo,senza il Sole ,non succede nulla,non vi e’ nessun volo e nessuna fecondazione. Quindi abbiamo una situazione nella quale regina ed operaia,quella che va a raccogliere nei fiori il polline e impollina naturalmente l’ ambiente e che inoltre produce la cera per le arnie,dipendono moltissimo dalla luce del Sole. Ecco allora un pensiero che dovrebbe far riflettere tutti.

Spero che tutti voi ,ogni tanto durante la giornata, alziate gli occhi al cielo, per osservare il blu dipinto di blu e credo che per moltissimi giorni all’ anno, soprattutto nei centri urbani,il blu dipinto di blu non c’ e’ piu’! In montagna il fenomeno non e’ come ad esempio in pianura padana,ma ultimamente sempre piu’ spesso la limpidezza di un tempo non c’ e’ piu’ !

Cosa sta succedendo ?

Inquinamento ambientale,si ok,fumi industriali,auto etc,polveri sottili,perfetto lo sappiamo,ma quello che pochi notano, sono i pericoli che vengono dall’ alto,dagli aerei commerciali e militari. Vi e’ spesso,principalmente in assenza di vento,una specie di ragnatela lattiginosa nel cielo che ofusca il sole,che crea una specie di filtro chimico nell’ atmosfera,rendendo spesso piu’ difficile la respirazione,nonche’ creando problemi allergici cutanei e non solo.

Svariate sono le ipotesi adotte per tale situazioni e svariate sono le analisi effettuate su campioni di aria o di sostanze che in certe situazioni meteorologiche precipitano al suolo. Quello che si riscontra e’ una presenza massiccia ed anomala di metalli pesanti tipo alluminio,bario,piombo e stronzio,nonche’ ftalati,ossia polimeri che si sviluppano da reazioni termiche di combustibili per aerei e particelle varie dette nano particelle.

Nano e’ una concentrazione di 10 alla -9,quindi completamente invisibile e leggerissima che riesce a penetrare in qualsiasi piccolo orifizio. In termine tecnico “ cospirativo “ si parla di Chemtrails o in italiano Scie chimiche,ovvero queste supposte emissioni di gas tossici dagli aerei.

Ognuno puo’ andare su internet e trovera’ svariati filmati,foto e discussioni in merito. Le autorita’ italiane ed europee,alle quali sempre piu’ spesso organizzazioni ambientali o di cittadini comuni si rivolgono chiedendo cosa sta succedendo,o non rispondono o negano il problema! Viviamo negli ultimi anni in un mondo mediatico in cui le notizie che riceviamo sono estremamente filtrate e controllate, od in cui la normale dialettica e’ alterata da dikat di chi e’ al potere(basti vedere come nel nostro Parlamento di continuo viene usata la cosiddetta “ fiducia” anche su tematiche socialmente o costituzionalmente basilari).

Abbiamo perso il senso della comunita’ e del mutuo soccorso,stiamo creando societa’ di esseri che vivono tra la folla ma in solitudine,attaccati tutto il giorno al telefono-computer. Stiamo vivendo una sorta di dittatura mediatica allucinante dove i media sono in mano a pochissime persone e quindi e’ difficile capire se la notizia e’ reale od e’ stata alterata. Comunque nel caso dei nostri cieli,basta alzare spesso gli occhi e ricordarsi di 20 o 30 anni fa!

Oggi il cielo super limpido si riscontra solo dopo violenti acquazzoni o tormente di vento. Le patologie respiratorie ed allergiche sono aumentate in modo esponenziale negli ultimi 20 anni,nonche’ patologie invalidanti a livello del sistema nervoso. Quindi non possiamo meravigliarsi se tante api muoiono o fuggono ! Stiamo vivendo in una realta’ tossica,che coinvolge oltre all’ atmosfera,gli alimenti acqua compresa.

Dobbiamo renderci consapevoli, anche senza essere troppo cospirazionisti,che qualcosa di grave,che minaccia sempre di piu’ la nostra salute,la salute della Madre Terra e’ in atto e negli ultimi anni sta subendo un’ accelerazione violenta. Le crisi servono anche a questo,creare problemi di lavoro e finanziari in modo tale che le persone non siano in grado di pensare e vedere cio’ che accade intorno a loro,perche’ troppo subissate di problemi per tirare a campare.

Ma tutti noi dobbiamo imparare a prenderci una parte del nostro tempo per riflettere e guardare anche cosa accade fuori da noi e dalla nostra famiglia,con acutezza e con spirito di osservazione per i fenomeni naturali. Viviamo in un mondo “ tossico” e non dobbiamo piu’ tollerare che oltre all’ inquinamento normale ,vi siano anche altri tipi di inquinamento, voluti o meno da gente o persone o comunque da un sistema a noi sconosciuto che si diverte in operazioni di “geoingegneria” per sperimentare il controllo climatico o porcherie simili.

Alla fine ,anche se qualche casta di potere si crede Dio in Terra e soffre di patologie di onnipotenza verso l’ umanita’ terrestre,la Gaia si ribellera’ assieme a molti dei suoi abitanti e chi ha messo in atto tali sperimentazioni o chi ha taciuto o negato per semplice interesse economico personale, ne dovra’ rispondere ,prima speriamo di fronte a tribunali terrestri ed in seguito davanti al vero ed unico creatore dell’ Universo.
Dott. Roberto Slaviero
Farmacista di San Candido e ricercatore indipendente.